Crea sito

maggio 27, 2017

0 Commenti

Difendere l’allegria

quill-pen-and-inkwell-icon-psd-45779
– Poesie –

 

allegriaDifendere l’allegria come una trincea
difenderla dallo scandalo e dalla routine
dalla miseria e i miserabili
dalle assenze transitorie
e le definitive
difendere l’allegria come un principio
difenderla dallo stupore e dagli incubi
dai neutrali e dai neutroni
dalle dolci infamie
e dalle gravi diagnosi
difendere l’allegria come una bandiera
difenderla dal fulmine e la malinconia
dagli ingenui e le canaglie
dalla retorica e gli arresti cardiaci
e dalle endemie e dalle accademie

difendere l’allegria come un destino
difenderla dal fuoco e dai pompieri
dai suicidi e dagli omicida
dalle vacanze e dall’oppressione
dall’obbligo di essere allegri

difendere l’allegria come una certezza
difenderla dall’ossido e dalla rogna
dalla famosa patina del tempo
dalla trascuratezza e dall’opportunismo
dai ruffiani della risata

difendere l’allegria come un diritto
difenderla da dio e dall’inverno
dalle maiuscole e dalla morte
dai cognomi e dalle compassioni
dall’azzardo
e anche dall’allegria.

Mario Benedetti

Continua a leggere...

maggio 27, 2017

0 Commenti

Complice

quill-pen-and-inkwell-icon-psd-45779
– Poesie –

 

compliceTutti abbiamo bisogno talora di un complice,
qualcuno che ci aiuti a usare il cuore.
Che ci aspetti orgoglioso nelle vecchie stanze,
che denudi il passato e disarmi il dolore.

Prodigioso/unico/padrone del suo silenzio.
Qualcuno rimasto nel quartiere dove nascemmo o
che perlomeno si accolli i nostri rimpianti
finché la coscienza non apponga il suo perdono.

Complice dell’immaginario ci difende dal mondo,
dalla sciabolata del raggio e dalle fiamme del sole.
Tutti abbiamo bisogno talora di un complice,
qualcuno che ci aiuti a usare il cuore.

Mario Benedetti, Complice

Continua a leggere...

maggio 26, 2017

0 Commenti

Una spina mi ha punto

quill-pen-and-inkwell-icon-psd-45779
– Poesie –

 

fuocoSei comparsa al portone
in un vestito rosso
per dirmi che sei fuoco
che consuma e riaccende.

Una spina mi ha punto
delle tue rose rosse
perché succhiassi al dito,
come già tuo, il mio sangue.

Percorremmo la strada
che lacera il rigoglio
della selvaggia altura,
ma già da molto tempo
sapevo che soffrendo con temeraria fede,
l’età per vincere non conta.

Era di lunedì,
per stringerci le mani
e parlare felici
non si trovò rifugio
che in un giardino triste
della città convulsa.

G. Ungaretti, 12 Settembre 1966

Nota di Marilena Lucente: Come quando qualcuno ti dice: tu sei me. Difficile da spiegare, facile da capire.

Continua a leggere...

maggio 22, 2017

0 Commenti

Sofferenza, pianto, gioia, sorriso

quill-pen-and-inkwell-icon-psd-45779
– Poesie –

 

amaca

L’amore è sofferenza,
pianto, gioia, sorriso.
L’amore è felicità,
tristezza e tormento.
Non si ama con il cuore,
si ama con l’anima
che si impregna di storia.
Non si ama se non si soffre
e non si ama
se non si ha paura di perdere.
Ma quando ami vivi,
forse male, forse bene, ma vivi.
Allora muori
quando smetti di amare,
scompari quando non sei più amato.
Se l’amore ti ferisce,
cura le tue cicatrici
e credici, sei vivo…
Perchè vivi per chi ami
e per chi ti ama.

Alda Merini

Continua a leggere...

maggio 7, 2017

0 Commenti

Niente è uguale a partire da allora

quill-pen-and-inkwell-icon-psd-45779
– Poesie –

 

karmelo

ph ©Aleksandra Patova

Come il vento che trova
una fessura
e si infila nella casa
e scompiglia tutto
libri
bollette
poesie
così entra
nella vita
l’amore.
Niente è uguale a partire da allora,
quel caos
è la felicità.
Ma un giorno bisognerà riordinare.
Sei fortunato se non tocca a te.

©Karmelo C. Iribarren, L’amore

Continua a leggere...

maggio 1, 2017

0 Commenti

Mi trasformerò in meraviglia

quill-pen-and-inkwell-icon-psd-45779
– Poesie –

 

meravigliaTu tienimi
e io mi trasformerò in meraviglia
tra le tue mani,
al caldo,
quel caldo che di notte fa crescere il grano.
Porta
il corpo amato,
come vita segreta –
preservata –
sotto lo spesso ghiaccio
della memoria.
Tu tienimi
come guscio di noce
nel pugno
fessura tra i mondi.
C’è silenzio tra te e me
c’è perla.
Ti tengo.

Chandra Livia Candiani, “La bambina pugile ovvero La precisione dell’amore”

Continua a leggere...

maggio 1, 2017

0 Commenti

Praterie di fiori…di sogni

quill-pen-and-inkwell-icon-psd-45779
– Poesie –

 

Rimuovo
le antiche muraglie
per trovare
le praterie del sogno
e incontrare te,
pane incontaminato
che prendo con le labbra.

A. Merini

Nota di Marilena Lucente: È sempre questo l’effetto quando si leggono le poesie al mattino. Viene fame di cose belle

praterie di fiori

Continua a leggere...

maggio 1, 2017

0 Commenti

Siamo nello stesso mondo

quill-pen-and-inkwell-icon-psd-45779
– Poesie –

 

dammiDammi l’acqua
dammi la mano
dammi la tua parola
che siamo,
nello stesso mondo.

Chandra Livia Candiani, Fatti vivo

Raccolgo cielo
con mani a coppa
e occhi senza fame,
suoi inafferrabili insegnamenti
istruzioni per tornare vivi,
qualunque tempo faccia.
Lentamente
lentamente
riporto a terra un lancio
mani zeppe di invisibile.
Da sole si seminano le parole
in qualunque stagione,
ricaricano il mondo.

Chandra Livia Candiani, Fatti vivo

Il dolore degli altri
non mi sta in mano
e nemmeno in gola
più che altro sta nel petto
nella sua memoria
luogo schivo
che fa stazione
che scartavetra le fughe.

Chandra Livia Candiani, Fatti vivo

Chandra Livia Candiani è nata a Milano nel 1952. È traduttrice di testi buddhisti e tiene corsi di meditazione. Ha pubblicato le raccolte di poesia: ‘Io con vestito leggero’ (Campanotto 2005), ‘La nave di nebbia’ (Vivarium 2006), ‘La porta’ (Vivarium 2006), ‘Bevendo il tè con i morti’ (Viennepierre 2007, Interlinea 2015), ‘La bambina pugile ovvero La precisione dell’amore’ (Einaudi 2014), ‘Fatti vivo’ (Einaudi 2017). Da anni tiene corsi di poesia presso alcune scuole elementari di Milano: da questa esperienza è nata l’antologia, curata da lei e Andrea Cirolla, Ma dove sono le parole? (Effigie 2015) che raccoglie poesie scritte dai bambini. Nel 2001 ha vinto il premio Montale per l’inedito. Nel 2014 il premio Camaiore. Nel 2016 il premio per la cultura civile Pier Mario Vello.

Continua a leggere...

aprile 14, 2017

Commenti disabilitati su Tienimi per mano

Tienimi per mano

quill-pen-and-inkwell-icon-psd-45779
– Poesie –

 

maxresdefaultTienimi per mano al tramonto,
quando la luce del giorno si spegne
e l’oscurità fa scivolare il suo drappo di stelle…
Tienila stretta quando non riesco a viverlo
questo mondo imperfetto…
Tienimi per mano…
portami dove il tempo non esiste…
Tienila stretta nel difficile vivere.
Tienimi per mano…
nei giorni in cui mi sento disorientata…
cantami la canzone delle stelle dolce cantilena di stelle respirate…
Tienimi la mano, e stringila forte
prima che l’insolente fato possa portarmi via da te…
Tienimi per mano e
non lasciarmi andare…mai…
(Herman Hesse)

Continua a leggere...

aprile 9, 2017

Commenti disabilitati su La tenerezza

La tenerezza

quill-pen-and-inkwell-icon-psd-45779
– Poesie –

 

Ho imparato a guardare nuovi fiori da quando mi hai insegnato la tenerezza.

P. Neruda

fiori
Continua a leggere...